Home / Apprendistato in Germania / Meccanico industriale (Industriemechaniker)

Meccanico industriale (Industriemechaniker)

Tipo di professione: apprendistato (Ausbildung)Mechaniker bei der Arbeit
Tipo di formazione: Sistema duale, disciplinato dalla legge tedesca sulla formazione professionale (BbiG).
Durata della formazione: 3,5 anni
Luoghi di apprendimento: Azienda e scuola professionale

Ambiti di lavoro

I meccanici industriali fabbricano parti di utensili e gruppi meccanici per macchine e apparati di produzione, li avviano o li modificano. Supervisionano e ottimizzano i processi di produzione e si fanno carico di riparazione e manutenzione.

Settore e aziende

Possibilità d’impiego in aziende attive nel ramo industriale, artigianale e commerciale, per esempio:

  • metallurgia, metalmeccanica, meccanica di precisione, ottica
  • costruzione e manutenzione di autoveicoli
  • elettronica
  • chimica, farmacia, materie plastiche
  • lavorazione di vetro, ceramiche, materie prime
  • legno, mobili
  • produzione alimentare e di generi di consumo
  • carta, stampa
  • tessile, abbigliamento, pellame

Durata e svolgimento dell’apprendistato

Il periodo di formazione è di 3,5 anni. Le settimane sono normalmente così strutturate: 1-2 giorni a settimana si frequenta la scuola professionale, e 3-4 giorni si impara il mestiere in azienda; si lavora a turni, compreso il fine settimana, per un massimo di 40 ore settimanali. Talvolta, su base regionale o locale, le lezioni si svolgono in blocchi mensili della durata di un’intera settimana.

1. Competenze da acquisire

1. Competenze da acquisire

Nella pratica in azienda si imparano, per esempio, le seguenti competenze:

  • valutare le proprietà dei materiali e le loro modificazioni, e scegliere e trattare i materiali in base al loro utilizzo
    assicurare la prontezza d’esercizio delle macchine utensili e realizzare pezzi di lavorazione e elementi costruttivi
  • ispezionare, curare, revisionare i fondi di gestione aziendale e documentarne la conduzione
  • analizzare documenti tecnici di controllo e utilizzare tecniche di manovra
  • comporre, imballare e assicurare imballaggi per trasporto
  • produrre e associare elementi costruttivi tramite combinazione di diverse procedure di assemblaggio
  • assicurare e migliorare la funzionalità di macchine e sistemi tramite controlli, regole e monitoraggio dei movimenti di lavoro e delle loro funzioni ausiliari
  • organizzare piani di monitoraggio e ispezione
  • avviare meccanicamente gruppi di lavoro elettrici e componenti
  • utilizzare i sistemi di garanzia di qualità aziendali e cercare, eliminare e documentare sistematicamente le cause dei difetti di qualità.

Inoltre, durante l’intero apprendistato, si forniscono conoscenze su temi come diritti e doveri dell’apprendista, organizzazione dell’azienda e tutela dell’ambiente.

Nella scuola professionale si acquisiscono ulteriori conoscenze in ambiti specifici per la professione (es. fabbricazione di elementi costruttivi con utensili manuali, installazione e messa in azione di sistemi tecnici di produzione) come anche in materie di ordine generale come tedesco, economia e scienze sociali.

L’apprendistato viene approfondito in un’area disciplinare, in base all’azienda in cui lo si svolge, ad es.:
1. costruzione di attrezzi di precisione
2. manutenzione
3. costruzione di macchine e apparati
4. tecniche di produzione

2. Requisiti

2. Requisiti

  • disponibilità e efficienza (per es. disponibilità a flessibilità nel luogo e nell’orario di lavoro nel caso di montaggio di apparati in aziende clienti)
  • precisione (per es. corretto monitoraggio e ripristino di macchine, precisa valutazione di documenti tecnici, esatta conduzione di controlli di qualità)
  • indipendenza nel lavoro (per es. autonomia nei processi di installazione di funzioni meccaniche)
  • attitudine a lavorare in gruppo
  • resistenza fisica

3. Retribuzione

3. Retribuzione

Gli apprendisti aderenti al programma MobiPro (finanziato dal centro per l’impiego tedesco ed organizzato in Italia per es. da Eurocultura) ricevono una retribuzione mensile netta di 818 €.
Dopo aver raggiunto la qualifica professionale di meccanico industriale si entra in azienda con il titolo di Geselle (lett. garzone). Il contratto nazionale prevede una retribuzione iniziale lorda da tra 2.798 a 3.074 €, variabile in base alle competenze, alla regione e alla tipologia di azienda.

4. Opportunità di carriera

4. Opportunità di carriera

La formazione permanente aiuta a mantenere aggiornato il sapere professionale e ad essere al corrente delle novità  (es. negli ambiti delle tecniche di produzione, di assemblaggio, di costruzione di macchine e apparati, di tecniche d’uso di CNC, di saldatura, di giunzione e taglio).

Una formazione aggiuntiva offre la possibilità di avanzare nel lavoro e raggiungere posizioni di dirigenza (es. con il superamento dell’esame di Maestro industriale o tecnico in costruzione/organizzazione della produzione).

Un percorso di studi universitari apre nuove possibilità di lavoro e di carriera (es. attraverso una laurea triennale in meccanica o meccatronica).

Con premesse molto specifiche è anche possibile iscriversi all’università senza un diploma di scuola superiore.

5. Altre informazioni (in tedesco):

5. Altre informazioni (in tedesco):

Cosa fa il meccanico industriale?

Giornata tipica

Fonte: BERUFENET (http/arbeitsagentur.de)