Home / Vivere in Germania / La Germania sempre più multicolore

La Germania sempre più multicolore

In Germania sempre più persone hanno un background migratorio: ben 1/5 della popolazione  (21%) fa parte di questo gruppo.

Nel 2015 17,1 milioni di persone con origini straniere hanno vissuto nella Repubblica federale di Germania, ben 4,4% in più rispetto all’anno precedente. La proporzione della popolazione con background migratorio rispetto alla popolazione totale è pari al 21%.

La crescita eccezionale è dovuta soprattutto ai migranti stranieri”, ha spiegato l’Ufficio federale di Statistica di Wiesbaden. Circa 11,5 milioni di immigrati hanno vissuto nel 2015 in Germania: 5,5% in più rispetto al 2014.

Le tre nazioni d’origine del maggior numero di immigrati sono la Turchia, la Polonia e la Russia. Ben 6,3 milioni di persone hanno le proprie radici in quei Paesi da cui una volta provenivano i cosiddetti “Gastarbeiter”, tra cui Turchia, Italia e Grecia.

La popolazione con background migratorio è in media notevolmente più giovane rispetto alla popolazione generale. Dei minorenni un terzo appartiene a questo gruppo. La maggior parte si trova nella fascia d’età al di sotto dei cinque anni (36%). Tra le persone in età pensionistica, invece, il rapporto è di uno a dieci.

La maggior parte dei rifugiati arrivati in Germania l’anno scorso non è stata considerata nel campione del micro censimento della popolazione. I centri di prima accoglienza non sono stati inclusi.

Secondo gli esperti di statistica una persona ha un background migratorio quando “lui stesso o almeno uno dei suoi genitori è nato senza cittadinanza tedesca”. Questo include stranieri, naturalizzati e gli “Spätaussiedler” coloro che avevano radici tedesche e vivevano in una nazione del cosiddetto “Ostblock” e i loro discendenti nati poi direttamente con cittadinanza tedesca.

Fonte: www.italien.diplo.de