Home / Vivere in Germania / Cresce la voglia di viaggiare tra i tedeschi

Cresce la voglia di viaggiare tra i tedeschi

I tedeschi vanno più in vacanza di prima. A dirlo è un sondaggio che ha individuato alla base questo cambiamento la maggiore disponibilità economica delle famiglie tedesche.

Il direttore della Fondazione per le domande sul futuro (Stiftung für Zukunftsfragen), Ulrich Reinhardt, ha spiegato che la febbre per i viaggi è tornata a salire grazie a un’economia stabile, bassi tassi di disoccupazione e di interessi e una inflazione minima: “Ci sono tanti segnali che lasciano prevedere che nel 2017 i cittadini tedeschi si metteranno in viaggio più spesso di quanto non sia accaduto nel 2016”.

Tra dicembre 2016 e gennaio 2017 la Fondazione ha intervistato rappresentativamente circa 4000 persone di più di 14 anni di età e chiesto sui loro viaggi e progetti per l’anno in corso. A questa domanda il 57% ha risposto di esser stato almeno 5 giorni in vacanza nel 2016, mentre nel 2015 lo aveva affermato il 54%. La media in viaggio dei vacanzieri è stata di circa 13 giorni (12,9) – un incremento rispetto al 12,6 del 2015 e al 12,1% dei due anni precedenti. Ad essere aumentate, poi, sono state anche le spese inerenti al viaggio, da prima della partenza sino ai souvenir, tanto da raggiungere livelli mai visti prima: una media di 1166 euro contro i 1109 del 2015.

A poter finanziare il maggiori budget previsto per le vacanze sono stati i migliori guadagni registrati nel 2016 che, secondo calcoli statistici – tolta l’inflazione -, sono cresciuti dell’1,8% rispetto al 2015. 2/3 degli intervistati ha fatto almeno un viaggio, 1/4 due viaggi e uno su 10 è andato in vacanza da tre volte in su. A permetterselo, secondo la Fondazione, sono soprattutto i pensionati e chi guadagna più di 3500 euro netti.

Per quest’anno alcune valigie, almeno mentalmente, sono già preparate: il 44% degli intervistati ha intenzione di partire, e uno su otto più di una volta. La meta del viaggio, però, almeno per 1/3 buono è ancora da decidere. 1/3 sa invece che sarà in Europa con la Spagna in pole position. 1/4 viaggerà all’interno della Germania.

Gli esperti di statistica considerano per il 2016 un record di pernottamenti in Germania pari a circa 448 milioni (+ 2%). Per il 2017 l’Associazione tedesca del turismo si aspetta, in Germania, un rapporto stabile qualità-prezzo.

E al turismo sono dedicate due fiere importanti: dopo Reisen, ad Amburgo dall’8 al 12 febbraio con circa 850 espositori, ci sarà il grande appuntamento a Berlino con la ITB dall’8 al 12 marzo prossimo e ben più di 10 000 organizzazioni a presentare le proprie offerte vacanziere.

Per un pubblico altrettanto in crescita: secondo il sondaggio la percentuale di coloro che nel 2017 non intendono partire in vacanza si è ridotta di 3 punti sino ad un complessivo 18%.

Amburgo (dpa) – 8 febbraio 2017

Fonte: www.italien.diplo.de