Home / Professioni in Germania / Da 25 anni mai una disoccupazione così bassa

Da 25 anni mai una disoccupazione così bassa

Il numero dei disoccupati in Germania nel mese di febbraio è diminuito di 9 000 unità per un totale di 2,91 milioni. Si tratta del valore più basso registrato nel mese di febbraio dal 1991. Confrontando i dati con quelli dell’anno scorso vi sono stati 106 000 disoccupati in meno, come annunciato dall’Agenzia Federale del Lavoro di Norimberga. La disoccupazione registra dunque un calo di 0,1 punti e si attesta al 6,6%.

L’Agenzia ha indicato le condizioni miti di questo inverno quale effetto positivo principale sulla disoccupazione che, negli ultimi tre anni, invece nel mese di febbraio era sempre aumentata di circa 2 000 persone. Il Capo dell’Agenzia Federale per il Lavoro Jürgen Weise ha spiegato che il mercato del lavoro, sulla base di una moderata crescita economica, si sta ulteriormente evolvendo positivamente.  Anche non considerando gli effetti stagionali, il numero dei chi cerca lavoro è nuovamente diminuito di circa 10 000 persone per un totale di 2,723 milioni. Il numero dei disoccupati, non considerando gli influssi stagionali, è diminuito sia in Germania occidentale che in quella orientale di circa 5000 unità.

L’attività lavorativa come anche il numero delle persone con un lavoro regolare sono altrettanto incrementate. Gli ultimi dati dell’Ufficio Federale di Statistica di gennaio 2016 hanno rilevato un aumento degli occupati rispetto al mese precedente, e senza considerare le condizioni stagionali, di circa 74 000 posti per complessivi 42,96 milioni. Rispetto all’anno precedente ciò significa un incremento di circa 517 000 occupati. Tra novembre e dicembre è aumentato anche di 71 000 unità, per un totale di 31,18 milioni, il numero degli occupati con obbligo di previdenza sociale. Vuol dire che rispetto all’anno precedente 780 000 persone in più hanno avuto un lavoro regolare.

Allo stesso tempo è aumentata la richiesta di collaboratori da parte delle imprese: a febbraio 2016, rispetto a un anno prima, si sono avute 95 000 offerte di lavoro in più per un totale di 614 000 posti. Settori particolarmente attivi  sono stati le vendite, la meccatronica, il ramo dell’energia e dell’elettrotecnica, i trasporti e la logistica. Anche la produzione e lavorazione di metalli, la tecnica dei macchinari e dei veicoli, come anche il settore sanitario hanno offerto buone opportunità di lavoro.

Marzo 2016

Fonte:
http://www.italien.diplo.de