Home / Apprendistato in Germania / Infermiere geriatrico (Altenpfleger/-in)

Infermiere geriatrico (Altenpfleger/-in)

Fare un apprendistato per il conseguimento della qualifica apprendistato infermiere geriatricodi Infermiere Geriatrico in Germania costituisce un’interessante prospettiva per i giovani che intendono seguire un percorso formativo che garantisce alla fine un sicuro inserimento nel mercato del lavoro.
L’infermiere geriatrico cura, assiste e consiglia le persone anziane bisognose di aiuto; aiuta nello svolgimento delle attività quotidiane come igiene personale, mangiare o vestirsi. Parla con l’anziano degli affari personali, li motiva ad un uso attivo del tempo e li accompagna dal medico o a sbrigare le necessità burocratiche. In particolare nel servizio ambulatoriale collabora con i famigliari e insegna le tecniche di cura. Nella cura in ospedale o nella riabilitazione svolge anche mansioni terapeutiche e curative-mediche, per esempio il cambio delle fasciature, e dà le medicine secondo le indicazioni del medico.

L’infermiere geriatrico lavora principalmente in:
• case di cura
• servizi ambulatoriali di cura degli anziani
• reparti geriatrici e gerontopsichici negli ospedali
• cliniche di cura e di riabilitazione
• in famiglia

Durata dell’apprendistato: 3 anni

Struttura dell'apprendistato

Struttura dell'apprendistato

La formazione comincia il 1° agosto o 1° settembre del rispettivo anno scolastico e ha una durata di 3 anni scolastici.

L’apprendistato si articola in formazione teorica e pratica:

• la parte teorica si svolge in una scuola di formazione professionale e dura complessivamente 2340 ore di lezione. La parte pratica si svolge in un ente assistenziale e ha una durata di 2500 ore lavorative;
• nei 3 anni di formazione si alternano le parti pratica e teorica con un ritmo di 10 settimane;
• l’apprendistato si conclude con un esame statale che porta all’acquisizione della qualifica professionale tedesca come infermiere geriatrico.

Contenuto teorico della scuola professionale

TABELLA_infermiere_geriatrico

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 Le ore tra parentesi si riferiscono alle ore di lezione pratica
2 La materia “Assistenza nelle attività ricreative” si collega all’ambito di formazione e ai contenuti previsti dalle disposizioni d’esame presenti nelle materie “Sostegno delle persone anziane nella creazione di spazi e contesti residenziali” e “Sostegno dell’anziano nella gestione della giornata e delle attività auto-organizzate”

Modalità di formazione

Modalità di formazione

È necessario adeguarsi alle modalità e ai requisiti seguenti:

A scuola professionale:
Lezione in classe, con lavori di gruppo, piccoli progetti da elaborare a casa.

Nell’ambito geriatrico:
• Collaborazione pratica (sotto istruzioni): per es. curare, assistere e consigliare le persone anziane bisognose di aiuto; aiutare nello svolgimento delle attività quotidiane come igiene personale, mangiare o vestirsi; documentare attività di cura.
• Ambiente: per es. differenti luoghi di lavoro (nei servizi ambulatoriali), differenti reparti e stanze (nella cura di reparto)
• Abbigliamento: abbigliamento da lavoro, a volte abbigliamento di protezione (es. guanti monouso, mascherina)
• Orari di lavoro: turni settimanali, al mattino presto, alla sera tardi, di notte
• Requisiti:

· attenzione e senso di responsabilità (es. nell’esatto rispetto delle modalità di trattamento e nella rispettiva documentazione)
· buona costituzione fisica (es. per mettere a letto i pazienti)
· sensibilità (es. nel rapporto con pazienti e famigliari)
· stabilità psicologica (es. nel rapporto con malati gravi o pazienti in punto di morte)

Durante le lezioni teoriche e pratiche si impara, ad esempio:

Come si inquadra correttamente lo stato di salute di un paziente e come si progetta il primo soccorso
quali medicinali e su quali presupposti si possono somministrare
come si progetta, conduce, conclude e documenta un processo di cura
come si aiuta nella cura del corpo e a cosa è necessario prestare attenzione nell’alimentazione degli anziani
quali diversi modelli di cura (es. cura ambulatoriale o trattamento sanitario domiciliare) e residenziali (es. assistenza domiciliare) esistono
come si entra in relazione con l’ambiente sociale personale degli anziani
come si coordina il lavoro tra famigliari e persone di riferimento degli anziani, tra cui anche il personale di cura
quali condizioni generali e istituzioni legislative vanno rispettate nella collaborazione con il personale medico e nell’apprendistato e nel lavoro come infermiere geriatrico
quali conflitti si possono creare nel tipico lavoro quotidiano
come si gestisce la preparazione dei pazienti morti e quale burocrazia va sbrigata

Formazione pratica
Durante la formazione pratica di approfondiscono le conoscenze pregresse e le si applicano ai diversi ambiti della cura ambulatoriale e ospedalizzata.

Esami

Esami

Esame dell’apprendistato
Prova finale statale per la professione di infermiere geriatrico

Prove
Alla fine dell’apprendistato si sostiene una prova finale, che consiste in una parte scritta, una orale e una pratica.

La prova scritta copre i seguenti ambiti:
riepilogare i fondamenti teorici dell’attività di assistenza geriatrica, della pianificazione, conduzione, documentazione e valutazione della cura di anziani
cura specifica per la persona e la situazione individuale, e cooperazione nella diagnosi e nella terapia medica
attenzione al contesto socioculturale e famigliare degli anziani nel trattamento geriatrico.

La prova orale copre i seguenti ambiti:
cura specifica per la persona e la situazione individuale
attenzione ai quadri istituzionali e giuridici nel trattamento geriatrico
sviluppo di autonomia professionale e gestione di crisi e situazioni sociali problematiche.

La prova pratica consiste in un compito negli ambiti “Compiti e concetti nella cura geriatrica” e “Aiuto agli anziani nella vita quotidiana”.

Ente verificatore: Commissione verificatrice a scuola (scelto dal personale responsabile)

Retribuzione

Retribuzione

Una volta finita l’apprendistato si lavora come personale qualificato.  Il contratto della pubblica amministrazione prevede una retribuzione mensile lorda di base tra € 2.479 e € 2.733 (secondo la regione dove si lavora).

Prospettive dopo la formazione

Prospettive dopo la formazione

Migliorare le proprie possibilità con qualificazioni aggiuntive
Gli apprendisti possono guadagnarsi una buona posizione di partenza se acquisiscono durante la formazione anche qualificazioni aggiuntive come ad esempio conoscenze psicologiche, lingue straniere o conoscenze informatiche. Si può anche acquisire la maturità per proseguire con lo studio accademico.

Trovare l’occupazione adeguata
Dopo l’apprendistato gli infermieri geriatrici lavorano soprattutto in case di riposo e case di cura per anziani, in servizi ambulatoriali e in reparti geriatrici e gerontopsichiatrici di ospedali, e in cliniche di cura e di riabilitazione.

Riconfermare l’abilità nell’occupazione
Attraverso ulteriori corsi di formazione si possono tenere aggiornate le proprie conoscenze specifiche fino alle ultime novità e ampliarle. Lo spettro di tematiche va dalla cura specifica alla documentazione dell’attività.

Fare progressi nel lavoro
Una formazione continua e approfondita aiuta ad avanzare nel lavoro e a raggiungere posizioni di dirigenza. Si ha la possibilità di proseguire nel percorso formativo e di conseguire la specializzazione in responsabile di ambulatorio, di responsabile di assistenza o la laurea triennale in management della cura e della salute o in gerontologia.

Rendersi indipendenti
È possibile anche il salto nel lavoro indipendente: si può avviare un servizio ambulatoriale, di consulenza o di accompagnamento per anziani.