Home / Lavoro in Germania / Il mondo della ricerca

Il mondo della ricerca

di Bernd Faas

In Europa e a livello mondiale la Germania occupa una posizione di rilievo nelle scienze, nella ricerca e nello sviluppo. Le imprese tedesche sono all’avanguardia nei prodotti innovativi e il “Made in Germany” garantisce in tutto il mondo qualità e lavoro di qualità, tipico della Germania.
Un ricercatore su dieci in Germania ha passaporto straniero. Con una reputazione ai massimi livelli, buone condizioni lavorative e – non ultimo -un discreto budget per la cultura, le università tedesche attirano già studiosi da tutto il mondo.

Nel 2011 hanno lavorato presso università tedesche circa 22.500 stranieri provenienti da tutto il mondo. È stato soprattutto dopo l’inizio della crisi economica mondiale nel 2008 che sempre più scienziati hanno scoperto i pregi delle università tedesche. Nel giro di un quinquennio la loro presenza è aumentata di un terzo. Lo si deve anche al fatto che, facendo un paragone con tanti altri Paesi, la Germania ha attraversato il periodo di crisi positivamente e il budget per la ricerca è stato addirittura ampliato.

Tuttavia l’industria resta il più grosso contribuente allo sforzo nella ricerca e nello sviluppo tedesca; i tre più grossi investitori ne investono ogni anno 14 miliardi di Euro.

Il dottorato di ricerca tedesco – chiamato Promotion –manifesta alcune differenze rispetto a quello italiano. In Italia, infatti, è previsto fondamentalmente un solo genere di dottorato, normalmente della durata di 3 anni e ad accesso regolato mediante concorso pubblico per titoli ed esami. In Germania, invece, non è presente una struttura standard di questo tipo, ma sono possibili forme e percorsi differenti. Questo dipende soprattutto dal fatto che le università tedesche negli ultimi anni hanno dato il via a un profondo processo di rinnovamento, in cui convivono ancora tanto i vecchi quanto i nuovi modelli. In Germania la Promotion è considerata tradizionalmente come la prima fase di un’attività professionale nell’ambito dell’università o della ricerca in generale. Per molti aspetti, dunque, il modello tedesco si distingue da quello angloamericano, nei quali il dottorato rappresenta inizialmente solo un titolo di studio. Anche in Germania, tuttavia, sono stati istituiti negli ultimi anni Research Schools e programmi di dottorato (Graduiertenkollegs) analoghi a quelli angloamericani, nei quali è previsto l’inserimento dei dottorandi in programmi di ricerca strutturati.

Con la nuova politica tecnologica, iniziato nel 2011, il ministero federale della formazione e della ricerca intende raggiungere i seguenti obbiettivi:

  • miglioramento delle mansioni dei quadri per la ricerca e l’innovazione;
  • sostegno duraturo alle capacità di ricerca e di innovazione delle imprese;
  • sostegno delle tecnologie chiave adattandole alle sfide del futuro;
  • messa in opera di un politica tecnologica trasparente ed efficace.

Un risultato previsto è la formazione di mano d’opera qualificata attirando anche quella straniera (il 50% delle imprese hanno difficoltà ad assumere mano d’opera qualificata locale).

Indirizzi utili

Indirizzi utili

www.helmholtz.de
Centri di Ricerca Helmholtz

www.dfg.de
La Deutsche Forschungsgemeinschaft (DFG) promuove la ricerca scientifica nelle università e nei centri finanziati con fondi pubblici. Si occupa di tutti i rami della scienza, offrendo aiuti finanziari ai progetti di ricerca e assistenza per la collaborazione tra gli scienziati. Nella sezione “Career Opportunities” pubblica offerte di lavoro e di borse di studio per ricercatori.

www.humboldt-foundation.de
La fondazione Alexander von Humboldt (AvH) promuove la cooperazione scientifica internazionale. Offre soggiorni di ricerca prolungati a scienziati stranieri altamente qualificati e sostiene i rapporti scientifici e culturali nati da questa collaborazione. Ogni anno mette a disposizione borse di studio per scienziati stranieri. Sul sito si trovano offerte di lavoro e di stage.

www.mpg.de
La Max-Planck-Gesellschaft è un organizzazione indipendente per la promozione della scienza. I suoi istituti si dedicano specialmente alla ricerca fondamentale nelle scienze naturali, biologiche, umanistiche e sociali e assistono soprattutto gli indirizzi di ricerca particolarmente innovativi che non hanno ancora trovato un posto adeguato presso le università tedesche. Sul sito pubblica offerte di lavoro e programmi per giovani scienziati.

www.fraunhofer.de
La Fraunhofer Gesellschaft si occupa di ricerca applicata per l’uso diretto nelle aziende. Riceve commesse dall’industria e dalle società di servizi private, oltre che da enti pubblici. I circa 80 centri di ricerca lavorano in più di 40 sedi sparse in tutta la Germania. La Fraunhofer-Gesellschaft crea spesso cooperazioni tra enti pubblici e imprese private.

www.aif.de
L’associazione “Otto von Guericke“ e.V. riunisce 107 centri privati di ricerca industriale allo scopo di promuovere progetti di ricerca applicata che si occupano di esigenze pratiche delle medie e piccole imprese. Riceve l’aiuto di contributi statali. Nell’area Download del sito si trova una ricca lista di enti privati di ricerca con la descrizione dei rispettivi campi di attività.

www.akademienunion.de
La “Union der deutschen Akademien der Wissenschaften” riunisce le sette accademie tedesche della scienza, che sono particolarmente interessate a promuovere la ricerca interdisciplinare. Le accademie svolgono cooperazioni scientifiche internazionali e iniziative di collegamento tra scienza e società. L’associazione riceve finanziamenti esclusivamente dai Länder.

www.daad.de
Per gli studenti internazionali, dottorandi e dottori di ricerca: informazioni sulle opportunità di finanziamento del DAAD e di altre organizzazioni. Suddiviso per materia.

http://ic.daad.de/rom/itindex.html
Sito del DAAD in italiano con informazioni utili.

www.forschungsportal.net
Informazioni sul settore della ricerca in Germania.

www.euraxess.de
Servizio di informazione e consulenza per scienziati e ricercatori in mobilità internazionale. Informazioni sulle opportunità di finanziamento, lavoro, sicurezza sociale e questioni fiscali, ecc.

http://cordis.europa.eu
Portale europeo per le attività di ricerca e sviluppo.

http://ec.europa.eu/research
Spazio europeo della ricerca.