Home / L’esperienza di Franca Isabella, cameriera ai piani

L’esperienza di Franca Isabella, cameriera ai piani

Sono trascorsi quasi due mesi dal mio arrivo qui a Schöneck e questa sera, seduta davanti al meraviglioso panorama del paese al tramonto, ho pensato di scrivere un po’ di impressioni sulla mia vita.

Il primo giugno sono stata accolta dalla gentilissima Dr.Müller e dal marito ed insieme a Francesco ed altre tre ragazze italiane abbiamo visitato il territorio e le altre strutture del Programma Vogtland: è stato un bel momento di aggregazione!

Dal 2 giugno ho iniziato attivamente a lavorare presso Ifa Hotel.
I primi momenti sono stati un po’ difficili, soprattutto per la lingua… eh già il mio B2 certificato non era sufficiente a capire bene un tedesco che è dialettale, ma sono convinta che con il passare del tempo mi abituerò!
Con i colleghi mi trovo bene, cerchiamo di essere un vero team, si lavora molto, otto ore al giorno e molto velocemente.

Qui all’Ifa abbiamo a disposizione piscine, palestra, centro sportivo, wellness e ancora molto di più! Molte attività sono per noi dipendenti gratuite o a metà prezzo, è bello sapere che dopo il lavoro c’è a disposizione qualcosa per potersi rilassare.
Abbiamo anche un corso di tedesco gratuito qui in Hotel, per noi italiani, molto interessante ed utile.

Lo stipendio è molto buono, io per ora vivo in Hotel, ho un appartamento e pago 231,00 euro al mese ( che vengono detratti dallo stipendio lordo).
I prezzi qui nel Vogtland sono molto vantaggiosi, molto meno caro che l’Italia, così come i carburanti ed il costo della vita in generale.

Per ora ho fatto alcune conoscenze nella vita quotidiana, ma ho intenzione di cercare qualche attività extra lavorativa come ad esempio una banda musicale ove poter suonare o qualche circolo letterario.

Il supporto fornito dall’agenzia tedesca è ottimo: la Dr. Müller è una persona squisita e siamo diventate amiche. Ha conosciuto anche i miei figli che erano qui da me.
So che per ogni problema posso far conto su di lei.

Ringrazio ancora Eurocultura per l’opportunità che mi ha dato facendomi scoprire questo territorio così bello e ben organizzato.

Mi sento di consigliare questa esperienza a chi, come me, è pronto a partire, senza “se” e senza “ma”… vivere all’estero ha i suoi pro e i suoi contro, si è lontani dalle nostre case e si è anche un po’ soli, ma sul piatto della bilancia c’è un LAVORO che in Italia tardava ad arrivare, anzi qui in Vogtland è pieno di cartelli ove si cerca personale (alberghi, supermercati, ecc.)

In conclusione, grazie ancora e speriamo di vederci presto proprio qui!

Un caro saluto,
Franca Isabella Barzizza