Home / FAQ

FAQ

a cura di Bernd Faas

Domande generali

Domande generali

1. Quanto devo pagare per frequentare il corso di tedesco a Vicenza?
Niente! Il corso è finanziato dall’ente tedesco VOSI che è responsabile per la selezione dei partecipanti.

2. Ci sono altri costi da sostenere durante il corso?
Si. Le spese per raggiungere la sede del corso. Per chi viene da lontano si aggiungono naturalmente le spese per l’alloggio e il sostenimento.

3. E’ sicuro che il corso parte?
Il numero minimo per attivare il corso è di 10 partecipanti.

4. Non so se la Germania mi piace.
Allora si informi. L’anno scorso 45.000 italiani si sono trasferiti in Germania. Adesso sono oltre 700.000 gli italiani che vivono tra Flensburg e Monaco. Quasi ogni italiano ha, tra parenti, amici e conoscenti, qualcuno che vive già Oltralpe. Ci sono anche un’infinità di blog e siti fatti da italiani residenti in Germania.

5. Ho un lavoro in Italia.
Se è soddisfatto del lavoro e della vita in Italia, NON si candidi. Imparare una lingua e integrarsi all’estero richiede molto impegno e motivazione. Serve almeno un anno per crearsi una vita serena. Rimane sempre il rischio che le aspettative non vengano soddisfatte.

6. Siamo una coppia e uno dei due ha una professione non sanitaria. Esistono delle possibilità di lavoro anche in questo caso?
Si. L’ente VOSI offre un servizio di assistenza per il partner della persona assunta. La fattibilità dipende da vari fattori, tra questi ci sono il livello di lingua richiesto per esercitare la professione, se il mercato del lavoro di Chemnitz ha offerte per la professione in questione e naturalmente la presenza sul posto.

L’esperienza insegna che in questa situazione:

a. nel primo periodo il partner rimane in Italia e raggiunge il livello richiesto per poi trasferirsi e essere disponibile per colloquio di lavoro:
b. il partner è sul posto, studia e, appena raggiunge il livello, inizia la ricerca del lavoro.

7. Come vengono visti gli stranieri a Chemnitz?
In ambito europeo la Germania in questo momento ha la rappresentanza più bassa di partiti xenofobi nelle istituzioni. I cittadini italiani sono principalmente visti bene perché i primi sono arrivati oltre 40 anni fa, contano oggi oltre 700.000 (al terzo posto dopo i turchi e i polacchi) e molti hanno fatto carriera nelle istituzioni e nelle aziende.
Chemnitz ha una quota di 6% di stranieri (sotto la media tedesca del 10%). Essendo una città della Germania dell’Est, solo con l’unificazione nel ’90 ha visto iniziare l’arrivo di stranieri comunitari. Finora ci vivono pochi italiani. Una situazione che sta cambiando velocemente, come è testimoniato dal fatto che la VOSI ha dipendenti provenienti da 23 paesi. L’ente è stato premiato dal Governo regionale della Sassonia come miglior datore di lavoro relativamente all’integrazione di dipendenti stranieri.

8. Sono assicurato?
Con l’inizio del lavoro si viene iscritti dal datore di lavoro al sistema tedesco di previdenza sociale.

Con questo:

a) si ottiene l’assicurazione sanitaria obbligatoria
In Germania gli assicurati non pagano le visite mediche. In caso di degenza ospedaliera, deve essere versato un contributo di 10,00€ al giorno (per massimo 28 giorni) o, in caso di acquisto di medicinali per cui è prevista la ricetta medica, un contributo pari al 10% del costo dei farmaci (massimo 10,00€).

b) si è assicurati per la pensione
Nel sistema tedesco si versano soldi per il piano pensionistico e si matura così il diritto alla pensione. Quando si torna in Italia, i diritti maturati in Germania vengono conservati per poter così richiedere la pensione in Italia.

c) si è assicurati in caso di disoccupazione
Se, dopo aver concluso l’apprendistato oppure il periodo di lavoro, si è disoccupati, si gode dell’indennità di disoccupazione da parte dello Stato.

d) si ottiene l’assicurazione contro gli infortuni
Si è assicurati contro gli incidenti che possono accadere nel tragitto che porta al luogo di lavoro o alla scuola professionale che si frequenta. Le attività svolte nel tempo libero non sono coperte: per queste deve essere stipulata una polizza apposita.

9. Come posso trovare un alloggio a Vicenza?
Eurocultura segnala stanze e appartamenti in città. Per verificare la disponibilità scrivere a: stage@eurocultura.it
Nei siti dedicati alle offerte immobiliari si possono trovare tante altre offerte di stanze o appartamenti.

Candidatura

Candidatura

1. Che documenti servono per la candidatura?

I documenti necessari sono da allegare nel formato .pdf o .jpeg. Verificare prima la buona leggibilità nel caso di foto.

  • Titolo di studio più alto conseguito
  • Carta d’identità o passaporto
  • Curriculum vitae in italiano
  • Curriculum vitae in tedesco o inglese
  • Lettera di motivazione in italiano

Importante: vengono presi in considerazione SOLO candidature che sono complete, cioè fornite con tutti le informazioni e allegati richiesti.

2. Posso mandare la mia candidatura tramite mail?
No. L’ente VOSI prende in considerazione solo le candidature tramite il modulo di candidatura predisposto.

Lavorare come OSS o INFERMIERE in Sassonia

3. Non ho un CV in tedesco né in inglese.
Peccato! Non vengono prese in considerazione le candidature incomplete.

4. Posso chiamare per avere chiarimenti?
Rispondiamo SOLO a mail e SOLO se le domande non sono state già esaurite tramite il nostro sito.

5. Come avviene la selezione?
Sulla base dei documenti presentati, la VOSI fa la preselezione. In seguito Eurocultura invita i preselezionati ad un colloquio in lingua italiana (a Vicenza o via Skype). In seguito la VOSI fa la selezione definitiva.

6. Quando si sa l’esito della selezione?
Appena conclusa. Il corso inizia il 10 di ottobre.

Requisiti e carriera OSS

Requisiti e carriera OSS

1. Ho appena conseguito la qualifica di OSS. Posso partecipare?
Si. Con la qualifica italiana si viene assunti come aiutanti infermieri geriatrici. Contemporaneamente al lavoro si frequenta l’apprendistato per diventare infermiere geriatrico nell’arco di 3 anni. Secondo la competenza dimostrata nel lavoro, l’ente decide di accorciare eventualmente la durata della formazione.

2. Ho la qualifica di OSS ed esperienza di alcuni anni. Ho dei vantaggi?
Eventualmente sì. Si potrebbe accorciare il periodo di formazione come Altenpfleger di 36 mesi. La decisione viene presa dall’ente tedesco in accordo con la scuola professionale, dopo aver superato la metà del percorso.

3. Ho conseguito la qualifica di OSS in un paese extracomunitario. Posso partecipare?
Si. L’ente tedesco si riserva di fare una verifica preliminare sul titolo di studio  raggiunto.

4. Servono altri documenti?
È necessario anche un certificato medico di sana e robusta costituzione che attesti l’idoneità sanitaria per il lavoro. Da presentare dopo essere stato selezionato.

5. Ho 45 anni. Posso candidarmi?
Si. Non ci sono limiti d’età.

6. Quanto dura l’apprendistato?
L’apprendistato dura complessivamente 3 anni. In questo arco di tempo sono previste 2500 ore di pratica presso la VOSI e 2100 ore di teoria nella scuola professionale (pagata dalla VOSI).

7. Come si svolge l’apprendistato?
L’apprendistato è strutturato come percorso duale per tre anni. Ciò significa che si alternano giorni di lavoro in una casa di riposo o in un ospedale, per acquisire la parte pratica, e giorni di scuola per la parte teorica (in media 16 ore la settimana).

8. Che qualifica ottengo?
L’apprendistato si conclude con un esame teorico e uno pratico. Se entrambi gli esami vengono superati, si ottiene l’abilitazione come infermiere geriatrico e una licenza statale, riconosciuta in tutta la Germania, per esercitare la professione.

9. Che sbocchi professionali ho dopo aver concluso il mio apprendistato?
Le opportunità di lavoro in Germania sono molto buone. Nel campo dell’assistenza geriatrica mancano attualmente all’incirca 30.000 persone e la tendenza è in aumento. Gli stipendi sono in aumento da circa 2 anni e ci sono buone opportunità di avanzamento professionale e per esempio la possibilità di frequentare in seguito all’università il corso di studi “Management della cura e della salute”.

10. L’assunzione dopo il corso di tedesco è garantita?
In nessun luogo al mondo l’assunzione è garantita!
Però: VOSI ha bisogno, nell’arco di 1,5 – 2 anni, di 300 persone nell’assistenza agli anziani visto che sta aprendo alcune nuove residenze. A Chemnitz e dintorni non trovano neanche la metà del necessario. Per questo motivo Eurocultura è stata incaricata di promuovere il programma e organizzare la preparazione linguistica. Che è gratuita. NESSUNA azienda spende tanti soldi nella formazione di personale senza volerlo assumere.
Lo scopo del tirocinio orientativo è di verificare definitivamente l’occupabilità del candidato e di firmare il contratto.
Poi c’è anche da dire che non tutte le persone che vorrebbero andare all’estero sono, alla fine, in grado di stare lontano dalla propria famiglia e dagli amici. E imparare una lingua in poco tempo richiede grande impegno per molti mesi.

11.  Dove posso trovare ulteriori informazioni sulla professione del Altenpfleger?
Qui: www.ingermania.it/apprendistato-come-infermiere-geriatrico-altenpfleger-in/

Att.: l’offerta della VOSI è rivolta solo a figure OSS che possono già lavorare e formarsi contemporaneamente con l’apprendistato.

Requisiti e carriera Infermiere

Requisiti e carriera Infermiere

1. Ho appena conseguito la laurea infermieristica. Posso partecipare?
Si. Con la laurea italiana si viene assunti come aiutanti infermieri geriatrici.
Contemporaneamente al lavoro si frequenta un corso di lingua per raggiungere al più presto la formazione per diventare infermiere geriatrica nell’arco di 3 anni. Secondo la competenza dimostrata nel lavoro, l’ente decide di accorciare eventualmente la durata della formazione.

2. Ho conseguito la laurea infermieristica in un paese extracomunitario. Posso partecipare?
Si. L’ente tedesco si riserva di fare una verifica preliminare sul titolo di studio  raggiunto.

3. Ho 45 anni. Posso candidarmi?
Si. Non ci sono limiti d’età.

4. Che sbocchi professionali ci sono nel settore dell’assistenza geriatrica?
Le opportunità di lavoro in Germania sono molto buone. Nel campo dell’assistenza geriatrica mancano attualmente all’incirca 30.000 persone e la tendenza è in aumento. Gli stipendi sono in aumento da circa 2 anni e ci sono buone opportunità di avanzamento professionale e per esempio la possibilità di frequentare all’università il corso di studi “Management della cura e della salute”.

5. L’assunzione è garantita?
In nessun luogo al mondo l’assunzione è garantita!
Però: VOSI ha bisogno nell’arco di 1,5 – 2 anni di 300 persone nell’assistenza agli anziani visto che stanno aprendo alcuni nuove residenze. A Chemnitz e dintorno trovano neanche la metà necessaria. Per questo motivo Eurocultura è stata incaricata a promuovere il programma e organizzare la preparazione linguistica. Che è gratuita. NESSUN azienda spende tanti soldi nella formazione di personale senza volerlo assumere.
Lo scopo del tirocinio orientativo è di verificare definitivamente l’occupabilità del candidato e di firmare il contratto.
Poi c’è anche da dire che non tutte le persone che vorrebbero andare all’estero sono alla fine in grado di stare lontano dalla propria famiglia e dagli amici. E imparare una lingua in poco tempo richiede grande impegno per molti mesi.

Corso di lingua

Corso di lingua

1. Quanto devo pagare per frequentare il corso di tedesco a Vicenza?
Niente! Il corso è finanziato dall’ente tedesco VOSI che è responsabile per la selezione dei partecipanti.

2. Si raggiunge il livello B1 con 500 ore?
Si. Tra febbraio e giugno abbiamo formato 65 giovani per iniziare l’apprendistato in varie professioni in Germania. 64 hanno superato il livello, 55 hanno firmato il contratto.
Però, senza almeno altre 2 ore al giorno di studio individuale il superamento dell’esame è a rischio. Per questo motivo il corso di tedesco è un impegno a tempo pieno e difficilmente da coniugare con un lavoro.

3. Il livello B1 è sufficiente per fare la formazione da infermiere geriatrico (Altenpfleger)?
No. Per fare bene la scuola professionale durante l’apprendistato da infermiere geriatrico (Altenpfleger) serve almeno il livello B2. Entro l’estate 2017, grazie al lavoro e ai corsi aggiuntivi concordato con VOSI, si raggiunge il livello giusto.
B1 è sufficiente per lavorare come aiutante, ma non permette di fare carriera.

4. Ho già un livello B1 o superiore di tedesco?
Ottimo. Se la VOSI decide di selezionarla, pianifichiamo un percorso personalizzato.

5. Chi sono gli insegnanti?
Tutti gli insegnanti sono di madrelingua con lunga esperienza nell’insegnamento ad allievi nelle scuole medie, superiori e con adulti. La direttrice didattica è Annette Neises, laureata in lingue straniere e specializzata in didattica, con 30 anni di esperienza d’insegnamento del tedesco ed esaminatrice del Goethe-Institut.

6. Come è la durata e l’orario di corso?
Il corso inizia il 3 di ottobre (numero minimo di partecipanti: 10) e si svolge da lunedì a giovedi: 9.00 – 10.30, 10.45-12.15, 12.20-13.05, 14.00-15.30. Il venerdi il corso finisce alle 13.05. Dal 11 di dicembre si svolge il tirocinio orientativo di 2 settimaneio a Chemnitz fino al 24. Il corso riprende il 9 di gennaio per finire con l’esame il 17 di febbra.

7. Che libri si usano?
Themen 1, Themen 2 e Aspekte. I libri vengono dati gratuitamente in prestito, ma possono anche essere acquistati.

8. Ci sono altri costi da sostenere durante il corso?
Si. Le spese per raggiungere la sede del corso. Per chi viene da lontano si aggiungono naturalmente le spese per l’alloggio e il sostentamento.

9. Cosa succede se non frequento regolarmente il corso?
Il finanziatore tedesco viene informato e decide probabilmente di escludere la persona, visto che l’assunzione dipende dal superamento dell’esame B1, livello minimo per poter accedere all’apprendistato (nel caso di OSS) o al percorso di riconoscimento della laurea infermieristica.

Chemnitz

Chemnitz

1. Meteo di Chemnitz

meteo chemnitz

2. Webcam

www.infos-sachsen.de

3. Video su Chemnitz

4. Siti informativi

Su Chemnitz

www.chemnitz-zieht-an.de

https://it.wikipedia.org/wiki/Chemnitz

http://chemnitz-tourismus.de

Sulla Germania

www.viaggio-in-germania.de

www.ingermania.it