Home / FAQ

FAQ

a cura di Bernd Faas

DOMANDE GENERALI

1. Che cos’è il programma “Vogtland”?

1. Che cos’è il programma “Vogtland”?

È un programma finanziato dall’Unione Europea e dalla Germania per incentivare il trasferimento di personale alberghiero italiano nella zona termale del Vogtland. L’amministrazione provinciale del Vogtland ha incaricato l’ente di formazione “Service für Personal & Bildung” (Plauen) di attuare la selezione del personale con il supporto di Eurocultura (Vicenza).
I candidati selezionati svolgono un tirocinio di due settimane in febbraio o settembre 2019 con l’obbiettivo di firmare un contratto di lavoro con una delle aziende partner del progetto, sono assististi durante la fase di tirocinio e la fase iniziale del lavoro in quanto a sistemazione, registrazione e integrazione e frequentano un corso di tedesco (se necessario) dopo il lavoro.
Il personale con un livello medio-alto di tedesco invece può iniziare il tirocinio in ogni momento entro la fine del 2019.
Tutti i servizi e l’assistenza fornita sono coperti dal finanziamento pubblico e quindi gratuiti per il candidato.

2. Non so se la Germania mi piace.

2. Non so se la Germania mi piace.

Allora si informi. L’anno scorso oltre 50.000 italiani si sono trasferiti in Germania. Adesso sono oltre 700.000 gli italiani che vivono tra Flensburg e Monaco. Quasi ogni italiano ha, tra parenti, amici e conoscenti, qualcuno che vive già Oltralpe. Ci sono anche un’infinità di blog e siti fatti da italiani residenti in Germania. Per esempio:

www.voglioviverecosiworld.com
www.lamiavitainvaligia.org

3. Ho un lavoro in Italia.

3. Ho un lavoro in Italia.

Se è soddisfatto del lavoro e della vita in Italia, NON si candidi. Imparare una lingua e integrarsi all’estero richiede molto impegno e motivazione. Serve almeno un anno per crearsi una vita serena. Rimane sempre il rischio che le aspettative non vengano soddisfatte.

4. Quale è il rapporto tra stipendio e costo della vita?

4. Quale è il rapporto tra stipendio e costo della vita?

La paga mensile per chi è senza esperienza corrisponde al salario minimo garantito che ammonta a circa 950 Euro netti (nel caso di una persona senza famiglia). Il personale qualificato prende 1.200 Euro netti.
Il costo di un appartamento di 50-60 metri quadrati è di 200 Euro ca. (350 Euro ca. con spese). In confronto a Milano, Firenze e Roma il costo della vita nel Vogtland è più basso del 20-30%. Vedi qui alcuni prezzi .

5. Che prospettive di lavoro ci sono?

5. Che prospettive di lavoro ci sono?

Le aziende stanno cercando personale a tempo indeterminato. Per chi vuole crescere all’interno dell’azienda si prevede, dopo una prima fase di lavoro, dei corsi di formazione professionali.

6. Come vengono visti gli stranieri nel Vogtland?

6. Come vengono visti gli stranieri nel Vogtland?

Anche in Germania (come in Italia e nel resto dell’Europa) il clima verso gli stranieri in questo momento non è tra i migliori. I cittadini comunitari, cioè anche gli italiani, però sono gli stranieri “buoni” perché sono presenti da tanto tempo e non rientrano nelle categorie “rifugiati” e “non cristiani”. Di conseguenza regge generalmente un atteggiamento positivo verso di loro.
Il Vogtland, essendo una zona composta da città medie e piccoli paesi oltre ad essere molto rurale, presenta una presenza molto ridotta di stranieri. Di italiani ce ne sono pochi, e questo facilita l’integrazione del mondo tedesco sia sul lavoro sia nella vita quotidiana.

7. Voglio trasferirmi solo per 6 mesi.

7. Voglio trasferirmi solo per 6 mesi.

Nessun problema. Le aziende cercano in primis personale che vuole stare a lungo ma lo accettano anche per periodi limitati.

8. Sono una persona che ama la natura e ha voglia di muoversi. Sono giusto nel Vogtland?

8. Sono una persona che ama la natura e ha voglia di muoversi. Sono giusto nel Vogtland?

Assolutamente. La foresta inizia praticamente dietro casa. Durante l’inverno ci sono molte piste di fondo e discesa, piste ciclabili (anche per mountain bike), piscine, ed in entrambe le città sono presenti squadre di calcio e pallavolo.

9. Sono una persona che vuole divertirsi la sera ed andare in discoteca. Sono giusto nel Vogtland?

9. Sono una persona che vuole divertirsi la sera ed andare in discoteca. Sono giusto nel Vogtland?

Solo facendo compromessi. Si va a letto presto in una città termale. Bad Elster e Schöneck sono località piccole dedicate alle terme, al relax e alle vacanze con la famiglia. A Plauen (a 30 km) esiste un po’ di vita “notturna”.

10. Siamo una coppia e uno dei due ha una professione non alberghiera. Esistono delle possibilità di lavoro anche in questo caso?

10. Siamo una coppia e uno dei due ha una professione non alberghiera. Esistono delle possibilità di lavoro anche in questo caso?

Potrebbe essere. Ma solo in un secondo momento quando il primo o la prima si è sistemato. L’ente di accoglienza “Service für Personal & Bildung” assiste per primis persone nel settore alberghiero. La fattibilità dipende da vari fattori, tra questi ci sono il livello di lingua richiesto per esercitare la professione e se il mercato del lavoro del Vogtland ha offerte per la professione in questione.
L’esperienza insegna che in questa situazione:

a. nel primo periodo il partner rimane in Italia e raggiunge il livello richiesto per poi trasferirsi e essere disponibile per un colloquio di lavoro:
b. il partner è sul posto, si sistema ed inizia la ricerca del lavoro per il partner.

 

RESIDENZA, ALLOGGIO, MACCHINA, PATENTE ED ALTRO

1. Come faccio a prendere la residenza?

1. Come faccio a prendere la residenza?

L’ente tedesco “Service für Personal & Bildung” aiuta a trovare un alloggio ed entro una settimana si fa la registrazione presso l’anagrafe del comune. Contemporaneamente si riceve la “Lohnsteuerkarte” (scheda fiscale) necessaria all’azienda per la regolarizzazione del lavoratore.

2. Come posso trovare un alloggio nel Vogtland?

2. Come posso trovare un alloggio nel Vogtland?

Per il tirocinio di due settimane viene messo a disposizione gratuitamente una stanza. Per l’inizio del lavoro l’ente di accoglienza organizza degli appartamenti (a pagamento) in condivisione per il primo periodo finché il lavoratore non ha trovato una sistemazione in proprio. Ci sono anche delle aziende che mettono a disposizione degli alloggi (sempre a pagamento). L‘affitto di una camera a Bad Elster o Schöneck è di 120-200 Euro.

3. Come si pagano le tasse in Germania?

3. Come si pagano le tasse in Germania?

Come in Italia. L’azienda versa il dovuto direttamente allo stato ed il dipendente riceve l’importo netto. Nel caso di una persona single si può calcolare una differenza di 35% ca. tra lordo e netto.

4. Mi serve la macchina?

4. Mi serve la macchina?

Bad Elster e Schöneck sono piccole città dove si può fare tutto a piedi o in bici. Ci sono collegamenti con il treno e il bus per il capoluogo Plauen e altre città. La macchina però è sicuramente di grande aiuto per muoversi nel tempo libero, per scoprire la regione e per fare un salto a Lipsia o Dresda, le metropoli più vicine.

5. Posso tenere la mia macchina?

5. Posso tenere la mia macchina?

Si, ma dopo 6 mesi è obbligatoria la targa tedesca, cioè la registrazione della macchina in Germania. Di conseguenza anche il bollo e l’assicurazione devono essere fatti in Germania.

6. La mia patente italiana è valida?

6. La mia patente italiana è valida?

Si, però entro un anno deve essere sostituita da una patente tedesca (presso la motorizzazione tedesca, senza ulteriori esami).

CONTRATTO

1. Che tipo di contratto mi viene offerto?

1. Che tipo di contratto mi viene offerto?

In Germania è sempre previsto un periodo di prova di sei mesi, al termine del quale l’assunzione può essere a tempo determinato o indeterminato. In caso di contratto a tempo determinato, alla prima scadenza viene rinnovato come a tempo indeterminato.

2. Quante ore si lavora?

2. Quante ore si lavora?

Si lavora 5 giorni a settimana per 40 ore. Eventuali straordinari sono retribuiti oppure vengono convertiti in giorni liberi.

3. Qual è la retribuzione?

3. Qual è la retribuzione?

Nella sezione “aziende”  si trovano le indicazioni sulle retribuzioni previste per i diversi profili professionali. Le aziende applicano il contratto territoriale per il turismo, oppure applicano un contratto aziendale che deve comunque essere coerente con il contratto nazionale. Quindi le retribuzioni sono quelle previste in base al contratto applicato. Lo stipendio indicato corrisponde ad un lavoratore all’inizio della propria carriera lavorativa, non sposato e senza figli e fiscalmente non appartenente ad una fede.

4. Cosa succede con le mance?

4. Cosa succede con le mance?

L’ospite in Germania è abituato a lasciare al ristorante 10% ca. di mancia per un buon servizio. L’azienda decide come trattare le mance lasciandole al singolo lavoratore oppure dividendole in forma paritetica tra tutti i dipendenti. Le mance sono viste dal fisco come stipendio accessorio e devono essere indicate nella dichiarazione dei redditi.

5. Sono assicurato?

5. Sono assicurato?

– Durante il tirocinio il candidato è assicurato obbligatoriamente presso la mutua tedesca e contro gli infortuni sul lavoro.

– Con l’inizio del lavoro si viene iscritto dal datore di lavoro al sistema tedesco di previdenza sociale.

Con questo:

a) si ottiene l’assicurazione sanitaria obbligatoria
In Germania gli assicurati non pagano le visite mediche. In caso di degenza ospedaliera, deve essere versato un contributo di 10,00 € al giorno (per massimo 28 giorni) o, in caso di acquisto di medicinali per cui è prevista la ricetta medica, un contributo pari al 10% del costo dei farmaci (massimo 10,00 €).

b) si è assicurati per la pensione
Nel sistema tedesco si versano soldi per il piano pensionistico e si matura così il diritto alla pensione. Quando si torna in Italia, i diritti maturati in Germania vengono conservati per poter così richiedere la pensione in Italia.

c) si è assicurati in caso di disoccupazione
Se, dopo aver concluso un periodo di lavoro di almeno 12 mesi, si è disoccupati, si gode dell’indennità di disoccupazione da parte dello Stato.

d) si ottiene l’assicurazione contro gli infortuni
Si è assicurati contro gli incidenti che possono accadere nel tragitto che porta al luogo di lavoro o alla scuola professionale che si frequenta. Le attività svolte nel tempo libero non sono coperte: per queste deve essere stipulata una polizza apposita.

6. Si paga l’8 per mille in Germania?

6. Si paga l’8 per mille in Germania?

Nel momento dell’iscrizione all’anagrafe la persona sceglie di indicare o meno la propria appartenenza ad una fede riconosciuta in Germania. Nel caso positivo l’importo viene automaticamente detratto dallo stipendio mensile. In caso negativo non avviene nessuna detrazione.

CANDIDATURA E SELEZIONE

1. Come posso candidarmi?

1. Come posso candidarmi?

Solo tramite il modulo di candidatura predisposto cliccando qui.

2. Posso mandare la mia candidatura tramite mail?

2. Posso mandare la mia candidatura tramite mail?

No. Vengono prese in considerazione solo le candidature tramite il modulo di candidatura predisposto.

3. Non ho un CV né in tedesco né in inglese.

3. Non ho un CV né in tedesco né in inglese.

Allora è da fare. Vengono prese in considerazione solo le candidature in lingua.

4. Serve una foto?

4. Serve una foto?

La candidatura tramite il modulo predisposto richiede l’upload di alcuni documenti. Tra questi anche la foto.

5. Posso chiamare per avere chiarimenti?

5. Posso chiamare per avere chiarimenti?

Rispondiamo SOLO via mail e SOLO qualora le risposte non siano già presenti sul sito.

6. Come avviene la selezione?

6. Come avviene la selezione?

Sulla base dei documenti presentati, l’ente tedesco “Service für Personal & Bildung” del Vogtland fa la preselezione. In seguito, Eurocultura invita i preselezionati ad un colloquio in lingua italiana e/o tedesco (a Vicenza o via Skype). La selezione dei candidati idonei è compito dell’ente tedesco. In dicembre e maggio si svolge anche un InfoDay con la partecipazione delle aziende a Vicenza con la possibilità di svolgere dei colloqui.

7. Quando si conoscerà l'esito della selezione?

7. Quando si conoscerà l'esito della selezione?

Appena l’ente tedesco “Service für Personal & Bildung” in cooperazione con le aziende ha scelto i candidati idonei. La data ultima è almeno 6 settimane prima del periodo del tirocinio in febbraio e in settembre.
Il candidato con un livello di tedesco medio-alto può iniziare in ogni momento entro la durata del programma (31.12.2019).

REQUISITI

1. Ho appena conseguito la qualifica alberghiera. Posso partecipare?

1. Ho appena conseguito la qualifica alberghiera. Posso partecipare?

Si.

2. Ho la qualifica alberghiera ed esperienza di alcuni anni.

2. Ho la qualifica alberghiera ed esperienza di alcuni anni.

Ottimo. Facilita sicuramente l’inserimento.

3. Non ho una qualifica alberghiera ma qualche anno di esperienza nel settore. Posso partecipare?

3. Non ho una qualifica alberghiera ma qualche anno di esperienza nel settore. Posso partecipare?

Si. Durante il tirocinio l’azienda verifica le sue competenze e, in caso positivo, le offre un contratto.

4. Non ho né una qualifica né esperienza nel settore. Posso partecipare?

4. Non ho né una qualifica né esperienza nel settore. Posso partecipare?

Si. La posizione “cameriera ai piani” prevede una formazione di base durante la prima fase del lavoro.

5. Come deve essere il livello di tedesco?

5. Come deve essere il livello di tedesco?

Più relazioni ci sono con i clienti oppure i colleghi più alto deve essere il tedesco. La cameriera ai piani può lavorare con un livello A2 mentre il cuoco deve sapere almeno B1 e il cameriere in sala deve avere almeno un livello B2.

6. Ho 50 anni. Posso candidarmi?

6. Ho 50 anni. Posso candidarmi?

Si. Non ci sono limiti d’età.

7. L'assunzione dopo il tirocinio è garantita?

7. L'assunzione dopo il tirocinio è garantita?

In nessun luogo al mondo l’assunzione è garantita!

Però: le aziende hanno un forte bisogno di personale. Per questo motivo Eurocultura è stata incaricata dall’amministrazione provinciale del Vogtland di promuovere il programma “Vogtland” in Italia.
Lo scopo del tirocinio orientativo è di verificare definitivamente se le competenze del candidato corrispondono alle esigenze dell’azienda e se il luogo di lavoro e di vita corrispondono alle aspettative del candidato. Se questo avviene entrambi firmano il contratto.

METEO

 

Fonte: https://de.climate-data.org/