Home / Professioni in Germania / Professioni che mancano oltrealpe

Professioni che mancano oltrealpe

In più di 100 professioni c’è scarsità di manodopera

Specialmente nel settore informatico e sanitario le aziende tedesche presentano lo stesso tipo di problema: la scarsità di manodopera. Nel settore infermieristico, per esempio, solo il 29% dei disoccupati partecipa al bando di concorso indetto per posti vacanti.
L‘Istituto di economia tedesca di Colonia (IW) riferisce che per 106 professioni sulle 580 analizzate ci sono da 2 anni meno disoccupati che posti vacanti.

Uno studio effettuato per l’associazione dei datori di lavoro ha analizzato sia le offerte pubblicate dalle agenzie del lavoro che il numero di disoccupati per ogni professione.
Risultato è che tra settembre 2011 e agosto 2013 ai 100 annunci di lavoro pubblicati per la posizione di infermiere specializzato hanno risposto solo 29 persone; la stessa cosa è accaduta per i tecnici addetti alla refrigerazione (33 disoccupati su 100), gli infermieri geriatrici (34 su 100), gli elettricisti (40 su 100) e i meccatronici (42 su 100).

Secondo gli studiosi si riscontrano molte difficoltà anche nelle professioni denominate MINT, che racchiudono il campo della matematica, dell’informatica, delle scienze naturali e della tecnologia.
Infatti, su 100 offerte di lavoro come elettrotecnici hanno risposto solamente 55 disoccupati, 57 per la posizione di tecnico aerospaziale e 61 per quella di informatico.
Siccome normalmente solo il 50% dei posti vacanti viene pubblicato dall’Ufficio di collocamento, secondo l’IW la situazione si sbloccherebbe se per ogni 100 posti segnalati ci fossero almeno 200 disoccupati.

Fonte: dpa