Home / Apprendistato in Germania / MobiPro 2016 – il bilancio

MobiPro 2016 – il bilancio

Apprendistato in GermaniaDaumen-Hoch-Gesten vor Deutschlandfahne

Il programma MobiPro 2016 di Eurocultura è stato un grandissimo successo ed ha confermato il già ottimo risultato dell’edizione 2015.
68 giovani italiani tra 19 e 27 anni sono stati selezionati all’inizio 2016 per il corso di preparazione tenuto a Vicenza. La finalità del corso era di svolgere l’apprendistato di 3-3,5 anni in Germania a partire da agosto/settembre a Berlino, Paderborn, Foresta Nera e Münster.
Come professione da imparare hanno scelto, per esempio, esperto alberghiero, esperto ristorazione, commerciale, cuoco, impiantista idraulico, elettronico, muratore, metalmeccanico, panettiere.
MobiPro è stato promosso da Eurocultura in collaborazione con vari enti di formazione in Germania, con il finanziamento da parte dell’ufficio di collocamento tedesco e con il patrocinio del progetto “Cercando il lavoro” del comune di Vicenza.

Tra febbraio e giugno 2016 i ragazzi provenienti da tutt’Italia (da Vicenza e dal Veneto, da Milano, Roma, Catania, San Benedetto del Tronto, Bari, Taranto ed altre città) hanno frequentato a Vicenza un corso intensivo totalmente gratuito di tedesco e di orientamento professionale.
L’hanno frequentato con grande impegno e regolarità e, dopo 540 o 600 ore (a seconda della destinazione), hanno superato con successo l’esame di tedesco B1, necessario per proseguire con la seconda fase di MobiPro.

A giugno/luglio sono partiti per 6 settimane di tirocinio retribuito presso un’azienda tedesca. L’ente di formazione tedesco, partner di Eurocultura, ha organizzato l’azienda, l’alloggio e il rafforzamento del tedesco. Inoltre ha assistito i giovani italiani in tutte le situazioni che devono affrontare in azienda e sul posto.

Tante sono state le prove di vita in terra tedesca: dalla sistemazione al ritmo di lavoro con turni, dalla lontananza da famiglia e amici all’organizzazione della propria vita quotidiana, dall’integrazione con i nuovi colleghi e capi in azienda agli spostamenti nella metropoli di Berlino, nella città media di Münster, nella città e nei dintorni di Paderborn oppure nella natura pura e isolata della Foresta Nera, dal dubbio di aver fatto la scelta giusta alle difficoltà di capire le particolarità della formazione professionale in azienda. Per non dimenticare il fatto di far quadrare i conti con gli 818 Euro netti mensili in luoghi che offrono tante attività non sempre a costi bassi.

Quasi tutti hanno impressionato le aziende tedesche: per il livello di tedesco, per la motivazione, per la determinazione e per la personalità.

Già dopo poche settimane di tirocinio le aziende hanno cominciato a parlare del contratto di apprendistato perché non volevano farsi scappare questi giovani in gamba.

Alla fine 60 dei 68 ragazzi partiti hanno firmato con l’azienda e tra il 1° di agosto e il 1° di settembre hanno iniziato il percorso che prevede periodi di lavoro in azienda e periodi di formazione nella scuola professionale. Due partecipanti hanno scelto di cercarsi un lavoro in Germania e solo 6 sono rientrati in Italia.

Hanno scelto la Germania e l’apprendistato per crearsi una carriera nell’ottica della sicurezza e dell’internazionalità del lavoro, che dopo i tre anni di formazione prevede anche uno stipendio più che soddisfacente da personale qualificato.

Viel Glück!