Home / Vivere in Germania / La città: Trier – Treviri

La città: Trier – Treviri

di Bernd FaasSTEMMA_TREVIRI

Si parla sempre delle grande città: Berlino, Monaco, Francoforte, Stoccarda, Colonia. Sono quelle più conosciute in Italia e sembra che tutti debbano andare lì per trovare lavoro. Ma se ci vanno tutti, l’unico risultato è un affollamento che non aiuta certo a riuscire nell’intento.
In Germania ci sono molte città medie che potrebbero essere la destinazione giusta. Poco o per niente  conosciute in Italia, offrono generalmente un costo della vita più basso e un inserimento più facile.

Una di queste è Treviri.

Treviri (in tedesco: Trier), una delle capitali dell’Imperio romano nel IV secolo al tempo della Tetrarchia, si trova nell’estrema periferia Ovest della Germania e risulta centrale in Europa. È anche la città più antica della Germania: con oltre 2000 anni di vita, ha visto una storia altalenante: sede del governo della Gallia nel IV secolo e città più grande a Nord degli Alpi, residenza di uno dei più importanti arcivescovi nel Medioevo e città di confine utile solo per alloggiare l’esercito durante il 19° e 20° secolo.
La città è famosa per i numerosi edifici di epoca romana ancora ben conservati. Tra questi il più importante è la Porta Nigra, la porta di ingresso alla città di epoca romana; inoltre vi sono anche un anfiteatro, i resti delle terme imperiali e l’enorme Basilica di Costantino, che è la sala del trono, lunga 67 metri, dell’Imperatore Costantino.
Il figlio più importante della città è Karl Marx, la cui casa natale è oggi un museo visitato ogni anno da decine di migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo.
Durante la Seconda Guerra Mondiale Trier è stata colpita duramente dai bombardamenti prima del Natale 1944. Tanti edifici sono stati distrutti e le ricostruzioni infelici degli anni ’50 e ’60 turbano l’impronta romano-medioevale del centro storico.
Nel 1986 la città è stata inserita nel Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, facendola diventare quasi una tappa obbligatoria del turismo globale.

La città

La città

La scelta di Lussemburgo come sede aggiuntiva dell’Unione Europea ha modificato radicalmente il tessuto urbano di Trier negli ultimi trent’anni: prima nessuno investiva lungo il confine e la disoccupazione era sempre più alta che nel resto della Germania, oggi solo il 5% circa degli abitanti è senza lavoro. Essendo a fianco del Lussemburgo (distante appena 15 km), molte persone che vi lavorano vivono in Germania e guadagnano molto bene nelle banche, nelle istituzioni europee, nei servizi e nell’artigianato oltre confine. Da circa 10 anni, a causa del’alto costo delle abitazione in Lussemburgo, sta aumentando notevolmente il numero delle persone che si trasferisce dal Granducato in Germania sfruttando un costo della vita inferiore del 20-30%.

Oltre che per il costo della vita, Treviri attira perché ha un buon livello di qualità della vita: molto sicura, vita serale per ogni gusto, tanta natura con vari fiumi e laghi a due passi, buon livello di opportunità formative: nella graduatoria delle città tedesche con oltre 100.000 abitanti, occupa una posizione a metà.

Gli aeroporti di Lussemburgo e di Frankfurt-Hahn garantiscono collegamenti quotidiani da vari aeroporti italiani. Per arrivare a Parigi in treno ci vogliono poco più di tre ore, più o meno uguale il tempo necessario per andare a Francoforte e Colonia. Sempre più linee di autobus inseriscono Treviri come fermata di corse dirette per varie città tedesche, permettendo un grande risparmio in confronto al treno.

La vita

La vita

La vita rispecchia l’abbondante natura fuori di casa. Chi lavora nell’artigianato, nell’industria o negli uffici, finisce alle 17.00 mentre i piccoli negozi chiudono alle 18.30. Solo i grandi magazzini hanno l’apertura fino alle 20.00. Essendo i tedeschi (e anche gli abitanti di Treviri) spesso soci di due-tre associazioni, dopo cena verso le 19.00-20.00 iniziano le attività nello sport, nella cultura o nell’impegno sociale. Oltre 20.000 abitanti sono iscritti solo alle associazioni per attività sportive.
Nel calcio la squadra locale ogni 3 anni ha il suo momento di gloria quando nel torneo di coppa piega il Bayern o l’Amburgo. Per il resto del tempo tenta (invano) di salire nella 3° categoria. La pallacanestro e la pallamano invece sono lì da tempo.
Nella bella stagione, da maggio ad ottobre, ogni fine settimana ci sono le sagre del vino, della musica, dei vigili del fuoco. La zona è conosciuta per l’ottimo Riesling e, appena si fa vedere il sole, nel capoluogo e nei villaggi intorno si festeggia.
La vivacità della città è dovuta anche al mondo universitario: due università, varie accademie europee per la giurisprudenza, per  lo sport e per l’arte portano il numero degli studenti oltre i 20.000 creando un ambiente giovane e brioso.

Il mercato del lavoro

Il mercato del lavoro

La maggior parte delle aziende ha una dimensione medio-piccola. Poche le grandi realtà: con oltre 1300 dipendenti il primo posto è occupato da JT  International (tabacco), seguita dalla locale Cassa di Risparmio con 1000 e dall’Azienda Municipalizzata con 750. Altre aziende di una certa dimensione appartengono al settore metalmeccanico (Theo Steil, Trierer Stahlwerk), automobilistico (MAN, Michelin), pubblico (Agenzia delle entrate, Ufficio di collaudo dell’esercito). Sono anche presenti numerose cantine sociali che imbottigliano  il raccolto delle colline prospicienti la Mosella, la Saar e la Ruwer.
Le professioni promettenti nella zona di Trier, includendo il Lussemburgo se ci si presta a fare i frontalieri:

  • professioni sanitarie
  • alberghiero
  • professioni artigianali
  • tecnici specializzati
  • personale per la vendita
  • giovani per l’apprendistato in vari settori
  • personale multilingue con formazione economica.

Eventi

Eventi

febbraio/marzo: Sfilata di carnevale
marzo/aprile: Mercato medievale
giugno: Sagra cittadina
giugno: Festa della città vecchia
giugno: Giornata dell’UNESCO – patrimonio mondiale
luglio: Festival della Mosella
luglio: mercato artigianale
luglio-ottobre: festival musicale
agosto: Festa del vino
agosto: ADAC-Rallye Deutschland
settembre: Notte dei musei
novembre/dicembre: Mercatino di Natale
31 dicembre: Corsa cittadina internazionale

Per sapere di più:

Per sapere di più:

www.arbeitsagentur.de
Portale del lavoro del centro per l’impiego tedesco

www.trier.de
Comune

www.trier-info.de
Informazioni turistiche

www.uni-trier.de
Università


Abitanti
: 106.000
Pil pro capite (2012): 24.443 Euro
Disoccupazione (01/2014): 6,00%
Temperatura mass. gennaio: 3,7 °C
Temperatura mass. agosto: 23,9 °C
Temperatura min. gennaio: -0,9 °C
Temperatura min. agosto: 12,8 °C
Altitudine: 137 metri sopra il livello del mare
Distanza da Verona: 841 km