Home / Professioni in Germania / Investimenti record nella ricerca

Investimenti record nella ricerca

Non vi erano mai stati investimenti così ingenti prima d’ora: nel 2015 le imprese tedesche hanno investito circa 62,4 miliardi di euro nella ricerca e nello sviluppo. Lo ha reso noto lo Stifterverband (associazione dei donatori) il 12 dicembre scorso. L’incremento rispetto al 2014 è stato di circa il 9,5% e il Ministro Federale per la Ricerca Johanna Wanka ha parlato di un grande successo congiunto di Stato e mondo economico.

A guidare gli investimenti è stata la branche automobilistica che nel 2015 ha investito 21,7 miliardi di euro per la ricerca e lo sviluppo propri a cui si aggiungo quasi 10,2 miliardi di euro per incarichi a istituzioni esterne operanti sempre nel settore della ricerca. Un notevole incremento degli investimenti lo hanno dato anche gli imprenditori del settore chimico (+6%) e di quello farmaceutico (+25%).

Anche la piccola e media impresa tedesca, con meno di 250 occupati, ha aumentatodel 16%, rispetto all’anno precedente, il proprio impegno finanziario in progetti di ricerca.

Il Ministro Wanka ha sottolineato che, dopo anni di stagnazione economica, è questa una notizia incoraggiante e ha ricordato che la ricerca rappresenta la base per la forte posizione della Germania quale nazione tecnologica. E per l’anno prossimo la Federazione si prefigge un ulteriore aumento delle spese per la ricerca e lo sviluppo.

Nel 2015 si è potuto così realizzare per la prima volta l’obiettivo del Governo Federale di investire il 3% del PIL nella ricerca e nello sviluppo. Per il Presidente dello Stifterverband, Andreas Barner, è questo motivo di cui l’associazione possa andare fiera e ha dichiarato che, al fine di continuare a garantire lo sviluppo, ora devono esser create condizioni-quadro come gli incentivi fiscali per i progetti di ricerca.

Berlino (dpa) – 12 dicembre 2016

Fonte:  http://www.italien.diplo.de