Home / Esperto / Candidatura: la lettera di accompagnamento in lingua tedesca

Candidatura: la lettera di accompagnamento in lingua tedesca

di Bernd Faas

La domanda di lavoro (o di stage) per un paese di lingua tedesca è composta da:

1. la domanda propriamente detta
2. un Curriculum Vitae con fototessera
3. allegati, ad esempio copie di diplomi.

Il mercato del lavoro tedesco, ma anche quello austriaco e svizzero, vede una forte concorrenza per i posti liberi, combinata ad una articolata mobilità geografica, in particolare tra i giovani.

Negli ultimi decenni si sono imposti alcuni modelli di domanda di lavoro, molto completi e spesso rigidi: devono essere rispettati se si vuole evitare di essere subito cestinati. Semplicemente traducendo in tedesco la domanda italiana, esiste il forte rischio di non riuscire a rispondere alle esigenze d’informazione dell’azienda destinataria, con il sicuro risultato di aver speso inutilmente tempo e denaro (oltre alle speranze perdute).

Che cosa succede alla domanda?
Quando si compila una domanda, è molto importante mettersi nei panni di chi la leggerà.
Prima viene esaminata la lettera d’accompagnamento, poi il curriculum e in un terzo momento gli allegati. Se la lettera di accompagnamento apparirà interessante, si esaminerà il resto.
Dato che le aziende e gli uffici ricevono molte domande, in generale le leggono molto velocemente e superficialmente, perché manca il tempo materiale per una lettura approfondita. Si stima che in una grande azienda i selezionatori dedicano soltanto circa 10 secondi ad una candidatura e poi decidono per il cestino oppure vanno avanti con la lettura.
Per questo motivo la lettera di accompagnamento deve essere breve (nessuno legge una lettera di accompagnamento più lunga di una pagina). L’essenziale deve balzare subito all’occhio.

Che cosa i destinatari vorrebbero leggere nella vostra lettera?
Che la vostra assunzione potrebbe essere vantaggiosa per la ditta. Illustrate le vostre abilità, conoscenze ed esperienze professionali. Aggiungete possibilmente qualcosa che altri concorrenti non possono offrire.

Che cosa volete ottenere con le vostre domande?
Avrete già capito che una domanda di lavoro serve a far pubblicità a voi stessi. Non usate parole altisonanti ma concrete. Non tutti possono offrire le caratteristiche ideali, ma attenzione: anche la qualificazione migliore può essere presentata così male da non essere capita.
Il primo obiettivo è attirare l’attenzione senza false esagerazioni. Questo scopo viene raggiunto ad esempio, usando lo stile del “Lei” invece che “io” (“Lei cerca” invece di “io cerco”). Oppure, invece di parlare solo dei vostri interessi, offrite soluzioni di problemi. Un’esposizione chiara, concisa e pulita (senza macchie, “orecchie” o errori) serve allo scopo. Fate una scelta di ciò che dovete dire ed evidenziare. La lettera di accompagnamento non deve ripetere pedissequamente il curriculum vitae, ma rafforzarlo tramite esempi che esprimano il vostro carattere e che vi presentino come persona ideale per il posto in questione. Ricordate che l’”Anschreiben” è l’unico documento per una presentazione di se stessi, dei propri interessi e capacità professionali. Di conseguenza deve essere sempre scritto in modo mirato all’annuncio od alla posizione desiderata.
Il principio della scelta viene applicato anche per i posti per i quali volete inviare una domanda. Rispondete solo ad annunci dove esista corrispondenza fra le vostre esigenze e quelle dell’offerente, in modo che ci siano possibilità di buon esito.

Il contenuto del “Anschreiben” (la lettera di accompagnamento)

Il contenuto del “Anschreiben” (la lettera di accompagnamento)

Oltre al testo principale, specifico per il posto in questione, una lettera di accompagnamento è articolata nel seguente modo:
Absenderangabe (indirizzo del mittente)
Ort und Datum (luogo e data)
Empfängerangabe (indirizzo del destinatario)
Betreff (oggetto)
Anrede (formula iniziale)
Brieftext (testo principale della lettera di accompagnamento)
Schlußgruß (saluti)
Unterschrift (firma)
Anlagenhinweis (avviso di allegati)

Empfängerangabe (indirizzo del destinatario)
Anche questo deve essere scritto nella lettera. Il destinatario è una persona, ed é quindi consigliabile rivolgersi a lui per nome, o almeno indicare il reparto preciso a cui ci si riferisce. Spesso tali informazioni si possono sapere con una semplice telefonata al centralino della ditta. Di solito questi dati sono già indicati nell’annuncio di lavoro. Farete certamente una migliore impressione se sarete precisi su questo punto. Nel caso si tratti di un dottore, scrivete “Dr.”.

Betreff (oggetto)
Indicare l’oggetto nelle corrispondenze commerciali equivale a mettere un titolo che evidenzia fin dal primo momento di che si tratta. Oggigiorno la parola “oggetto” si tralascia quasi sempre poiché è chiaro per tutti che quella sezione della lettera è destinata a tale scopo.
La riga relativa all’oggetto può contenere le seguenti informazioni:

  • può indicare una domanda di lavoro, così il vostro scritto viene subito inoltrato al reparto giusto,
  • può indicare la definizione precisa delle posizioni per cui si fa domanda, in modo da mettersi subito in sintonia con chi leggerà la lettera,
  • può far riferimento alla fonte della domanda, così il destinatario capisce subito che si risponde ad un preciso annuncio.

Anrede (formula iniziale)
Una lettera senza inizio fa sempre brutta impressione. Se non conoscete la persona che leggerà la vostra lettera scrivete “Sehr geehrte Damen und Herren”. In ogni modo sarebbe consigliabile rivolgersi personalmente al destinatario.

Schlußgruß (saluti)
Usate la formula “Mit freundlichen Grüßen”. Solo per uffici pubblici, autorità o imprese molto conservatrici si usa “Hochachtungsvoll”.

Unterschrift (firma)
La firma a mano non deve essere dimenticata. Si può anche aggiungere sotto la firma scritta a macchina.

Anlagen (allegati)
È opportuno indicare che ci sono degli allegati. Una lista completa degli allegati facilita il compito di chi legge. L’elenco dipende anche da quanto spazio è rimasto sulla pagina.

Anlagen
Tabellarischer Lebenslauf
Lichtbild
Zeugnis über die Diplomprüfung
Leistungsnachweise Wirtschaftsenglisch I und II
Praktikumsbescheinigung BIMBES AG/Berlin
Zeugnis der Allg. Hochschulreife

Il testo della lettera di accompagnamento

Il testo della lettera di accompagnamento

Il testo dovrebbe contenere sempre i seguenti quattro punti:
√ primo punto: frase introduttiva
√ secondo punto: parlare di se stessi
√ terzo punto: parlare del posto in questione
√ quarto punto: conclusioni

La cosa più difficile è “der Einleitungssatz” (la frase iniziale), che bisogna vagliare e calibrare bene. Si potrebbe utilizzarla per attirare subito l’attenzione. Ma non bisogna esagerare, altrimenti si ottiene l’effetto contrario. Spesso la scelta dipende dal destinatario e dal posto cui si aspira. È da tener presente che la maggior parte delle imprese è piuttosto conservatrice, anche se nelle professioni creative il livello di tolleranza è probabilmente più alto. Non c’è quindi una regola fissa, valida per ogni caso. Ci vuole perspicacia e molto tatto.
Dal punto di vista del contenuto si può esporre:

– perché inoltro la domanda
– per quale posto specifico o per quale mansione faccio domanda
– che cosa mi ha spinto a far domanda (il riferimento)

Die eigene Seite (l’obiettivo sostanziale)
Con la vostra lettera dovete mostrare al destinatario che siete la persona giusta. Non aspettatevi di essere scoperto: la vostra lettera sarà letta troppo rapidamente perché ottenga questo risultato. Dovete evidenziare le capacità che possedete, e badate che corrispondano al vero.
Informazioni interessanti possono riguardare:
– le vostre capacità
– le vostre conoscenze
– le vostre esperienze professionali
– le vostre caratteristiche personali
– eventuali referenze

Tutto il testo deve comunque essere pregnante e conciso – anche nelle prime frasi. Informazioni già indicate in “oggetto” non vanno ripetute. Evitate i luoghi comuni e le forme lessicali troppo generiche.